Migliori VPN per la Cina

VPN è la sigla indicante Virtual Private Network, che consente di creare una rete privata virtuale in grado di garantire anonimato, privacy e sicurezza dei propri dati servendosi di un canale riservato di comunicazione.

Utilizzate principalmente dalle pubbliche amministrazioni per contenere le spese, le VPN vengono comunque utilizzate anche da privati che preferiscono navigare in rete per scambiare dati in maniera sicura e senza nessuna restrizione.

Migliori VPN per la Cina

Nella scelta delle migliori VPN per la Cina, oltre agli aspetti sopra elencati, è opportuno valutare anche la tipologia di servizio tecnico assicurato (che dovrebbe garantire un’assistenza 24 ore su 24) capace di risolvere ogni genere di problemi.

1. Surfshark

# Posto - SurfShark

PROMO: Solamente 1.79€ al mese per la VPN più sicura e veloce di sempre!

  • Dispositivi Illimitati
  • Miglior prezzo sul mercato
  • Più di 1700 server in oltre 63 paesi

Molto intuitiva nel suo impiego e ideale per utenti inesperti, questa applicazione garantisce estensioni per Google e Firefox, con traffico P2P/Torrent anonimo e veloce e oltre 50 paesi disponibili.
Anche in questo caso l’assistenza è ottima. Se vuoi, puoi leggere la recensione completa di Surfshark.

2. HideMyAss

# Posto - HideMyAss!

PROMO: A partire da 2.66€/mese per una VPN Eccezionale

  • Rete di Server più grande delle VPN
  • Fino a due dispositivi in simultanea
  • Traffico dati illimitato

Si tratta di una delle prime VPN a comparire in circolazione, che si distingue per una notevole velocità e per la più ampia copertura di server mondiale (ben 190 paesi disponibili).
Questo programma offre un minor numero di server dedicati allo streaming. Puoi trovare molte altre informazioni su HideMyAss! VPN qui.

3. TunnelBear

TunnelBear VPN

TunneBear è sicuramente una delle migliori VPN gratuite sul mercato in questo momento. Offre una vasta rete di server dai quali è possibile collegarsi. Potrebbe essere una soluzione ottimale anche per paesi come la Cina.

Maggiori Informazioni

TunnelBear è una delle migliori VPN Gratuite in circolazione. La banda offerta da questo servizio non è molta, ma basta per fare dei piccoli lavori o per navigare un’ora su Facebook.

Introduzione alle VPN in Cina

È risaputo che in Cina internet è censurato e quindi molti siti web occidentali risultano bloccati per gli utenti; tra questi i più famosi sono Facebook, WhatsApp, Google, Youtube e Twitter.

Le VPN (Reti Private Virtuali) consentono quindi di collegarsi a questi siti oscurati permettendo di navigare autonomamente.

Installando questo tipo di software è possibile mascherare il proprio indirizzo IP, in modo tale che il PC sembra connesso a partire da una paese differente rispetto alla Cina.

In tal modo viene offerta l’opportunità di bypassare il blocco per navigare su internet senza nessuna limitazione, a patto che il sistema VPN funzioni correttamente.

Particolarmente diffuse presso gli stranieri residenti in Cina, motivati dal desiderio di comunicare e ricevere notizie con i propri paesi d’origine, le VPN sono diventate strumenti popolarissimi anche tra i Cinesi intenzionati a superare il Big Firewall.

Perché sia efficiente, la VPN deve essere l’ultima versione del programma (oppure della app) poiché il Great Firewall viene continuamente modificato per limitare al massimo il loro impiego.

Le VPN da usare in Cina

È sempre consigliabile installare la VPN prima di partire per la Cina dato che nel paese sono bloccati sia Google Play che molti provider delle VPN, oltre che l’App Store di Apple.

Il miglior protocollo per la Cina è unanimemente considerato Open VPN UDP, in grado di superare il blocco abbastanza agevolmente; bisogna tenere presente che sono i server più vicini ad essere quelli più veloci.

Di norma la velocità della VPN dipende dalla distanza tra la connessione e il server che, quanto più è vicino, tanto maggiormente si presenta efficace in termini di velocità.

Bisognerebbe possedere poi una VPN di riserva che sia in grado di vicariare quella principale nello sfortunato caso in cui venga messa fuori uso.

La maggior parte delle VPN occidentali non funziona bene in Cina in quanto esistono dei specifici sistemi di oscuramento che riescono a interagire con ogni genere di connessione.

Un altro fattore da valutare è quello della velocità poiché le VPN in quel paese sono lentissime e, anche quelle che offrono le prestazioni migliori, rimangono comunque non paragonabili a quelle nostrane.

Infine le connessioni sono instabili e tendono a disattivarsi in continuazione e quindi è fondamentale selezionare quelle che garantiscano le migliori prestazioni funzionali.

VPN per la Cina gratis

Esistono numerose VPN che offrono un servizio gratuito, di cui bisogna valutare attentamente le prestazioni per analizzare il rapporto qualità/prezzo.

I fattori da prendere in esame sono: sicurezza (garantire connessioni con forte crittografia), velocità (collegata allo streaming dei contenuti) e affidabilità.

Per quanto riguarda la sicurezza, i servizi di connessione gratuiti NON sono in grado di tutelare gli utenti così come invece fanno quelli a pagamento.

Anche la larghezza della banda disponibile è un requisito di notevole rilevanza per la velocità, e tale caratteristica non viene garantita dalle VPN gratuite che non hanno fondi sufficienti da investire in infrastrutture qualitativamente adeguate.

I servizi gratis infine non dispongono di un adeguato numero di server che di conseguenza non riescono ad offrire competitivi servizi di streaming.

Da non tralasciare inoltre la differente tipologia dell’assistenza che i servizi a pagamento garantiscono sia via telefono che via mail e per una notevole copertura temporale.
Non altrettanto succede per quelli gratuiti.

Quindi non è mai consigliabile servirsi di una VPN gratuita in Cina.

Miglior VPN per iPhone in Cina

È possibile utilizzare una VPN su un dispositivo Apple, sia iPhone che iPad; tuttavia nel paese viene impedito da App Store di scaricare o aggiornare le applicazioni VPN

Il modo in cui iOS gestisce le connessioni VPN (L2TP e IKEv2) risulta direttamente integrato nel sistema operativo in quanto è l’iPhone stesso a controllare i collegamenti crittografati tra il telefono e il server offshore.

In altre parole una app VPN è in grado di inserire un file di configurazione direttamente su un iPhone o su un iPad.

Negli ultimi giorni è arrivata la notizia che Apple ha rimosso tutte le app VPN dal suo store in Cina, costringendo pertanto gli utenti a inserire manualmente quanto in precedenza veniva fornito in automatico.

Si tratta certamente di un noioso inconveniente, ma che non impedisce comunque il collegamento in precedenza garantito in autonomia.

Michele
[email protected]
Da sempre appassionato di Sicurezza Informatica, ho sviluppato un amore profondo per la Sicurezza dei Dati e la Privacy Online. Ho deciso di scrivere articoli in questo blog per aiutare tutti i miei lettori a navigare con la consapevolezza che i loro dati sono sempre a rischio.

VPNMigliore.it è un portale Made in Italy con un solo scopo: recensire e classificare le VPN sul mercato per aiutare i nostri lettori a scegliere il giusto prodotto per navigare su internet senza lasciare tracce.

Pagine Utili