Indirizzo IP: Cos’è, A Cosa Serve e Come Proteggerlo

Ti sei mai chiesto in che modo funzioni il web? Come fanno a raggiungerti delle pubblicità mirate e perché?

Indirizzo IP, cos'è e come può essere utilizzato dagli hacker

Prima di cominciare con questo viaggio all’interno del web, dove potresti impiegare anni prima di riuscire a scoprire ognuna delle ”basi”, partiamo con le domande che più frequentemente si fanno i normali utenti di internet. Una delle più frequenti è sicuramente:”Cos’è un indirizzo IP?”.

Tale domanda normalmente non interessa gli utenti poiché si tratta di un sistema ben studiato che serve a facilitare e velocizzare il lavoro degli utenti sul web, però sono sicuro che vuoi saperne di più su internet o semplicemente sei curioso di scoprire.

Ebbene siamo qui per soddisfare questa tua voglia di conoscere l’infinito (o quasi) mondo d’internet.

Cos’è un indirizzo IP?

Un’indirizzo IP è l’indirizzo identificabile di un qualsiasi dispositivo collegato ad una rete. Questo può identificare un singolo dispositivo o un gruppo di dispositivi.

Entrando in rete o provando a giocare in multi-player con i tuoi amici avrai sentito parlare almeno una volta di indirizzo IP, forse è proprio questo il motivo che ti spinge qui. La domanda sorge spontanea, cosa mai potrà essere questo indirizzo?

Si tratta dell’indirizzo di casa mia? Sanno dove abito? Non proprio, ma quasi!
Proprio come nel mondo reale, anche internet ha bisogno di determinate informazioni prima di farti entrare all’interno di un sito, l’indirizzo IP è quell’informazione che viene scambiata con Google così che voi possiate accedere alla pagina di cui avete bisogno, possiamo quindi definirlo l’indirizzo momentaneo della vostra rete.

Tuttavia l’indirizzo IP cambia di continuo, si tratta infatti di un domicilio che viene creato casualmente da internet e vi viene attribuito in maniera del tutto casuale, la creazione di questo recapito occasionale proviene dall’IPv4.

Non allarmarti, non è nulla di complicato.
Per spiegarlo ancora più semplicemente, è come se tu dovessi entrare in una casa(internet) e quando bussi ti chiedono chi sia la persona in questione, l’indirizzo IP ti permette di rispondere correttamente ed entrare nella casa.

Devi sapere che il web viene gestito in maniera molto semplice così che sia altrettanto semplice il suo utilizzo, l’IPv4 si occupa della creazione di ”recapiti casuali” attraverso dei codici numerici equivalenti a numeri binari di 32 cifre.

Queste 32 cifre permettono di differenziare senza alcuna difficoltà un codice IP da un altro e far collegare contemporaneamente miliardi di utenti sul web. Tuttavia la scrittura di tale codice sarebbe eccessivamente complicata se inserita cifra per cifra, dunque hanno studiato un metodo per abbreviare di gran lunga questo codice e renderlo molto più breve.

Si tratta dunque di un codice che si presenta così ”192.168.251.86”, con un po’ di attenzione potrai notare che questa cifra è composta da 4 numeri che vanno dallo zero fino al 255, questi sono i criteri di semplificazione di un indirizzo IP.

E se ti dicessi che l’IPv4 non fosse sufficiente nonostante i miliardi di indirizzi IP creati?

Proprio così! Lo sviluppo tecnologico ha davvero stravolto questo meccanismo che è stato dunque sostituito dall’IPv6, si tratta dello stesso meccanismo, ma con la capacità di creare tantissimi (un numero con 37 zeri) indirizzi IP. Per tale ragione sono quasi convinto che questi recapiti digitali siano sufficienti per il momento!

Anche questo è stato abbreviato per facilitarne la lettura, la sua composizione è composta da 8 blocchi di numeri e/o lettere, così facendo la quantità di codici è aumentata incredibilmente permettendo a tutto il mondo di connettersi contemporaneamente.

A cosa servono gli indirizzi IP e chi li assegna?

Questo enorme quantitativo di recapiti digitali del tutto casuali, a cosa mai potranno servire? Per nascondersi sul web?
Assolutamente no! Gli indirizzi IP, come accennato prima, servono a facilitare lo scambio di informazioni che avviene tra la tua richiesta di accesso in una pagina e la richiesta di informazioni da parte di quest’ultima.

Potremmo quindi definire gli indirizzi IP come delle chiavi d’accesso sicure per il mondo del web.

Tra una delle domande più richieste vi è quest’ultima:”Chi assegna gli indirizzi IP?

Per quanto riguarda la materia digitale, il massimo esponente degli indirizzi di rete e quindi degli IP è proprio l’Internet Assigned Numbers Authority (IANA), si tratta tuttavia di una parte che si è divisa dall’Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN).

Come possono essere sfruttati dagli Hacker

Un hacker potrebbe sfruttare il tuo indirizzo IP per prendere il controllo del tuo computer.
Un hacker potrebbe sfruttare il tuo indirizzo IP per prendere il controllo del tuo computer.

Sicuramente avrai sentito parlare degli Hacker, cioè quelle persone che attraverso la tecnologia riesco a superare qualsiasi barriera digitale e giungere al loro scopo semplicemente da un PC.

Tuttavia è bene ricordare che non tutti gli Hacker sono capaci di arrivare a compiere determinate azioni perché la conoscenza informatica di cui si necessita è davvero vasta.

Per tale ragione quando si tratta di Hacker bisogna ricordare che si può trattare di veri e propri criminali della rete oppure di semplici persone che hanno superato le barriere digitali per motivi non così importanti e incriminanti.

Tuttavia la paura per gli Hacker si è sviluppata da sempre poiché li si accosta continuamente al crimine anche se non sempre si tratta di ciò, dunque in molti si pongono questa domanda:”Cosa può fare un Hacker con il mio indirizzo IP?

Prima di giungere alla nostra risposta, devi sapere che esistono tretipi di indirizzi IPstatico, dinamico e ad uso speciale.

L’indirizzo IP statico è quel recapito digitale, cioè quella sequenza di numeri, che rimane la stessa per diverso tempo e in alcuni casi per decine di anni. Questo genere di indirizzo è tipico delle reti wireless che, come tali, in genere mantengono una connessione di rete molto stabile con il web.

L’indirizzo IP dinamico è invece tipico della connessione a rete mobili, cioè quando ti connetti tramite l’internet del tuo smartphone senza utilizzare una rete domestica/aziendale. Questa tipologia di recapito digitale è soggetta a continui cambiamenti poiché ad ogni disconnessione dalla rete deriva un cambio di indirizzo IP.

Per averne la conferma ti sarà sufficiente cercare su internet il tuo indirizzo IP (alcune applicazioni permettono di vederlo) e una volta analizzato dovrai chiudere la sessione di internet e riavviare la connessione dati. Una volta fatto questo processo il tuo IP dinamico sarà cambiato.

Infine vi è l’indirizzo IP ad uso speciale, come dice il nome stesso si tratta di un indirizzo IP che non può essere richiesto da chiunque, i suoi usi sono di una certa importanza e il più delle volte si tratta di azioni segrete e/o informazioni non divulgabili.

Una volta chiarito tutto ciò, possiamo finalmente parlare di cosa potrebbero fare gli Hacker con il tuo indirizzo IP.

Se trovano il tuo indirizzo IP dinamico, hanno ben poco da fare poiché in meno di 24 ore verrà cambiato in automatico dalla rete, in genere avviene per le 2-3 di notte.

Se invece trovano il tuo indirizzo IP statico ci troviamo in una situazione diversa, infatti tale recapito digitale potrebbe mostrare in quale nazione vi trovate, in quale città e addirittura quali sono i vostri interessi/le vostre ricerche sul web.

In genere non è nulla di preoccupante per una semplice ragione, nel caso in cui un ladro sapesse dove abitate succederebbe?
Sicuramente nulla di grave se la vostra casa è al sicuro!

E ad ogni modo esiste un modo per proteggersi da questi hacker, si tratta dell’uso di una rete VPN

Perché è importante proteggere il proprio indirizzo IP pubblico con una VPN

Anche in questo caso, prima di andare dritti al succo del discorso dobbiamo comprendere una piccola e veloce lezione di informatica: cos’è una VPN?

Si tratta di una Rete Privata virtuale (Virtual Private Network), è infatti una tipologia di rete che permette di farvi accedere a contenuti che non potreste vedere dal vostro paese se proibiti o censurati.

In che modo la rete VPN può fare tutto ciò? Come detto prima, attraverso l’indirizzo IP è possibile scoprire in quale paese e in quale città abiti una persona, nel momento in cui entri in rete e provi ad accedere in una pagina, vengono rilevate queste informazioni e vi viene dato il permesso o meno di accedervi.

Come faccio ad accedere ad una pagina che in Italia viene censurata? Molto semplice, ti basterà cercare una rete VPN che sia abbastanza sicura e che riesca a nascondere il tuo IP originario camuffandolo con quello di altri paesi.

In poche parole con la rete VPN tu potresti apparire come un cittadino americano che si collega da casa sua quando invece ti trovi in Italia.

Le reti VPN sono dunque molto utili per nascondere le proprie ricerche sul web e fare in modo che nessuno sappia cosa visitate e dove vi trovate.

Purtroppo esistono così tante reti VPN sul mercato che sembra impossibile sceglire quella giusta.

Quale dover scegliere? Attraverso una buona ricerca potresti trovare delle reti VPN gratuite ma non eccellenti, se invece desideri la massima sicurezza per quanto riguarda le tue ricerche digitale potresti optare per le reti VPN a pagamento.

Ovviamente il costo di quest’ultime dipende anche dalla qualità, con una ricerca approfondita potrai trovare la tua rete VPN perfetta da pagare pochissimi euro.

Ho già scritto una guida alle migliori VPN italiane così da aiutarti a proteggere il tuo IP e la tua privacy.

Michele
Da sempre appassionato di Sicurezza Informatica, ho sviluppato un amore profondo per la Sicurezza dei Dati e la Privacy Online. Ho deciso di scrivere articoli in questo blog per aiutare tutti i miei lettori a navigare con la consapevolezza che i loro dati sono sempre a rischio.

VPNMigliore.it è un portale Made in Italy con un solo scopo: recensire e classificare le VPN sul mercato per aiutare i nostri lettori a scegliere il giusto prodotto per navigare su internet senza lasciare tracce.

Pagine Utili